Questo sito (compresi gli strumenti di terze parti utilizzati in esso) si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando a navigare su questo sito o cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie.

Andrea rambe Rambelli

  • 306061_368939026532982_1932802793_n.jpg
  • 379685_515660338474002_628712444_n.jpg
  • 304954_4123019626382_1880708835_n.jpg
  • 913947_390475591065550_131442439_o.jpg
  • STEALTH-rambe.jpg
  • 891614_365905753522534_369436222_o.jpg
  • 484756_365905180189258_1539858697_n.jpg
  • 886215_365911060188670_534411030_o.jpg
  • 894714_365912696855173_583813631_o.jpg
  • 382443_4336348890946_1356509543_n.jpg
  • 860547_358513320928444_2079265514_o.jpg
  • 886797_365912930188483_397969693_o.jpg

BASSO E CORI

Nato a Portomaggiore (FE) il 04/09/1974 si appassiona alla musica già all'età di 4 anni dopo aver ricevuto in regalo una batteria giocattolo. Il divertimento però dura veramente poco visto il danno recato ai timpani dei genitori e ai vicini di casa.
Si passa quindi agli 8 anni quando Andrea, trasferitosi a Ferrara dai nonni, riceve in regalo una tastiera elettronica e con la quale comincia l'approccio verso la conoscenza della musica.
Assieme alla teoria ed alla tecnica cresce da subito anche la cultura della musica attraverso i primi ascolti: Duran Duran, Queen, Level 42, A-HA, Simple Minds, Depeche Mode ecc...fino ad arrivare l'anno successivo all'hard rock con Bon Jovi, Guns n' Roses, Motley Crue, Poison ecc...
Comprando riviste Rock la sua attenzione si mira soprattutto allo strumento del basso elettrico, con quelle sue forme così sinuosamente ergonomiche ma che allo stesso tempo (con quel manico allungato confronto la chitarra) lo rendeva uno strumento “fisico”, “spartano” ed essenziale.
All'età di 14 anni un amico gli regala una chitarra classica e da li la svolta all'amore per gli strumenti a corde.
Andrea con la Sua chitarra comincia ad imparare a strimpellare i pezzi di qualche suo artista preferito per poi mirare all'acquisto del suo primo basso elettrico visto che un suo carissimo amico acquista una chitarra ed un amplificatore ed un' altro inizia a prendere lezioni di batteria presso la vicina “Scuola di Musica Moderna”.
Nel 1990 dopo aver racimolato denaro (in qualche modo) acquista un basso elettrico economico e non disponendo di soldi per acquistare anche l'amplificazione si inventa di entrare in uno stereo col jack per poi uscire in cuffia esercitandosi in quel modo.
Dopo circa un mese fonda i Black Blood con Alessio Giberti alla chitarra e Emanuele Guerzoni alla batteria e si iscrive alla Scuola di Musica Moderna ai corsi di basso elettrico impartiti da Bruno Corticelli.
Dopo circa un anno e con all'attivo un piccolo repertorio i Black Blood hanno la grande opportunità di far entrare nella band un batterista “navigato” come Sandro Moretti (cofondatore degli Ipnosi nel 1989).
A quel punto decidono di far passare Emanuele Guerzoni alla voce e Sandro alla batteria. Tutto funzionava a meraviglia quando Alessio inizia ad ascoltare gruppi estremi come Carcass, Napalm Death, Massacre (ecc, ecc...) e quindi modificando le composizioni della band. Tutti avevano accettato di buon grado il cambiamento tranne Andrea che approfittando del cambiamento di nome del gruppo e di repertorio acquistando anche Marco Colombani come seconda chitarra decide di andarsene.
Appena lasciata la band si interessano a lui da subito i Dead Ducx (punk/hardcore band ferrarese) coi quali suona dal vivo nel nord Italia e incidendo un 7 pollici in studio nell'abitazione di Paul Chain (l'allora chitarrista/fondatore dei famosi Death ss). Tutto andava a meraviglia quando ad Andrea tocca partire per il servizio militare vedendo costretti i Dead Ducx a sostituirlo.
Una volta congedato viene chiamato in sostituzione ad un bassista in un gruppo punk rock della zona chiamato “Four F” che poi col tempo divennero i “Quick n' Easy” coi quali militò un paio d'anni incidendo un lavoro per poi approdare nei “Cerebral” nel 1997 coi quali restò fino allo scioglimento (2010). Dopo svariate collaborazioni come cantante, bassista, chitarrista e batterista nel 1998 viene chiamato a far parte di una band storica nel panorama underground ferrarese, gli “Ipnosi” coi quali la collaborazione è ancora in essere. Dal 2009 collabora anche in un progetto acustico chiamato “The Rogues Acoustic Duo” col chitarrista Luca Occhi (allora unico chitarrista e cofondatore degli Stealth) il quale durante un incontro col duo fa ascoltare ad Andrea qualche brano della sua band; Andrea rimane sbalordito  dall'efficacia e dalla musicalità che i riffs stealthiani sprigionavano offrendosi di aiutarli fino a quando non avessero  trovato un bassista fisso.
Dopo qualche mese il “bassista fisso” divenne lui e così è tutt'oggi.